L’impennata dell’e-commerce

Ora più che mai, infatti, la comunicazione e il marketing digitale hanno acquistato un ruolo ancora più importante e, quindi, creare un e-commerce in questo periodo è stata sicuramente la scelta più adatta per coloro che non ne possedevano uno prima del virus. 

Si stima che tra i 2 milioni dei nuovi consumatori online dall’inizio del 2020 circa 1,3 milioni di loro si siano avvicinati agli acquisti online durante il periodo di lockdown. 

La popolarità riscossa dall’e-commerce in questi ultimi mesi è anche sottolineata dal guadagno che è cresciuto del 37%, così come gli ordini che hanno raggiunto il +54% rispetto allo scorso anno. Il boom dell’e-commerce è cresciuto talmente in questi mesi di lockdown che anche i colossi dell’e-commerce hanno riscontrato dei problemi ad assecondare le richieste dei consumatori.

Ad esempio, la famosa azienda statunitense Amazon ha dovuto prolungare i tempi di consegna per la maggior parte dei prodotti acquistati considerati “non necessari”.

Quando si parla di rivoluzione digitale all’interno delle aziende è quasi impossibile non parlare di e-commerceCon l’innovazione digitale ed il digital marketing, infatti, sono cambiati anche i modelli tradizionali per fare business. 

Sempre più aziende decidono di ampliare i loro orizzonti lanciandosi sul commercio elettronico, in quanto le attività di vendita e di promozione risultano essere più efficaci ed efficienti. In primis perché si sviluppa una relazione diretta e personale con i prospect; in secondo luogo perché è possibile monitorare le performance delle azioni di ottimizzazione delle risorse. Anche i costi più contenuti delle tecnologie digitali contribuiscono a rendere l’e-commerce una grande occasione di business per le aziende. Prima di tutto, in molti casi, i consumatori online preferiscono fare da sé piuttosto che passare tramite intermediari.

La rivoluzione digitale e l’incremento dell’utilizzo di dispositivi digitali hanno modificato anche il concetto di acquisto.

Poiché molti più consumatori si rivolgono ai canali online per i loro acquisti, le aziende devono allinearsi con questa nuova concezione di business dotando il proprio sito di un’apposita sezione di e-commerce.